Chiudi il banner
Questo sito utilizza esclusivamente cookie analytics e tecnici.

Ai sensi del provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante della Protezione dei Dati Personali per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti (art. 13 del Codice privacy).

Per maggiori informazioni consulta l'informativa estesa

I 5 vini più pregiati al mondo

Bianchi, rossi, frutto della collaborazione tra uomo, terra, aria, sole e passione...

I vini pregiati italiani e stranieri, i vini biologici e i vini da collezione. Tutti con un comune denominatore: nettari che nascono dalla collaborazione armoniosa tra il sole, l'aria, il terreno e l'uomo. E anche se la varietà e la qualità dei vitigni italiani fanno del Bel Paese un’eccellenza unica nella produzione vitivinicola mondiale, l’Italia non è l’unica terra capace di produrre grandi vini.

Ogni regione italiana produce vini pregiati: dal Trentino Alto Adige con il suo Teroldego e il suo Marzemino si arriva fino alla Sicilia dei moscati, dei passiti e del Contessa Entellina, passando dai grandi vini piemontesi ai raffinati Franciacorta e alle etichette pregiate venete, friulane e toscane come Sassicaia, Ornellaia e Brunello di Montalcino, tra i più ricercati al mondo.

E’ vero però che non sempre chi acquista vino lo fa per il piacere di berlo: talvolta lo si fa come investimento o per impreziosire la propria collezione privata. Proprio in questi casi le cifre possono diventare molto importanti.

Ecco allora una classifica dei dieci vini più costosi al mondo.

 

1. Cabernet di Screaming Eagle

Anno 1992. Si tratta di un rosso, prodotto da una casa vinicola californiana, che nel corso di un'asta del 2000 venne acquistato alla cifra di 228.228 euro. Sei litri di Cabernet per puro collezionismo.

2. Bordeaux di Chateau Mouton Rothschild

Anno 1945. L’asta fu battuta nel 1997 e questo pregiato vino venne acquistato a 84.191 euro. Si tratta di una bottiglia modello Jéroboam, quindi con una capacità di tre litri, da qui il prezzo finale considerando anche che stiamo parlando di uno dei vini più famosi al mondo (citato anche da James Bond) e di una delle migliori annate del secolo scorso.

3. Grange Hermitage di Penfolds

Anno 1951. Prodotto con uva di Syrah e piccole quantità di Cabernet Sauvignon, il Grange Hermitage è la punta di diamante della casa vinicola Penfolds, una delle più antiche d'Australia, fondata nel 1844. L'annata del 1951 è particolarmente preziosa perché ne esistono solamente una ventina di bottiglie, tutte da collezione. Il vino venne venduto a un collezionista australiano nel maggio 2004 alla cifra di 28.222 euro.

4. Romanée-Conti di DRC

Anno 1990. È un Pinot Nero prodotto dalla tenuta Domaine de la Romanée-Conti, in Borgogna in Francia. È particolarmente costoso a causa del basso rendimento delle vigne e nel 1996 la casa d'aste Sotheby's ne ha battuta una cassa da otto bottiglie per 132.880 sterline, quindi 20.650 euro a bottiglia.

5. Cabernet Sauvignon di Inglenook

Anno 1941. Venne venduta nel 2004 al prezzo di 18.125 euro ed è considerata dagli esperti una delle bottiglie di vino statunitense più care. È stata prodotta dalla casa vinicola Inglenook, fondata nel 1879 nella Napa Valley, in California, e acquistata nel 1975 da Francis Ford Coppola grazie ai soldi guadagnati con il film “Il Padrino”.

Pubblicato il: ore 3:23

Categoria: News

Tag: vino